TICKETS

FORMAZIONE

John Surman, sassofono basso, sassofono soprano, clarinetto basso / Nelson Ayres, pianoforte / Rob Waring, vibrafono, marimba

NOTE NUOVE 12 PRESENTA

JOHN SURMAN “INVISIBLE THREADS”

Venerdì 15 Marzo 2019 ore 20.00

Teatro Garzoni – Tricesimo (Udine)

‘… elegante, jazz melodico da camera’ (The Times)

ìJohn Surman, il virtuoso sassofonista e compositore, leggenda del jazz britannico, compare molto poco sui palcoscenici e le sue apparizioni live sono rare e preziose.

Note Nuove 12, la rassegna ideata e promossa da Euritmica, con il sostegno della Regione FVG e del Comune di Tricesimo, è particolarmente lieta di annunciare il concerto del sassofonista inglese, che presenta al Teatro Garzoni il suo recente progetto “Invisible Threads, pubblicato dalla prestigiosa etichetta ECM..

John Surman è tra i più autorevoli e innovativi sassofonisti contemporanei, un musicista che ha definito il ruolo del sassofono nella musica moderna, riuscendo a fondere alcuni dei metodi e delle trame del jazz moderno con una sensibilità tutta inglese.

A Tricesimo si presenta con un nuovo progetto, un trio nato pochi anni fa che comprende il pianista brasiliano Nelson Ayres e il vibrafonista americano Rob Waring, che in alcuni brani suona anche la  marimba.

Gli “Invisible Threads“, sono quei fili invisibili che per Surman rappresentano semplicemente la musica, una forza in grado di unire mondi apparentemente lontani per stili di vita e cultura. Una musica che è un sentimento condiviso, una melodia che trascende gli idiomi.

John Surman ha incontrato il pianista Nelson Ayres – noto agli appassionati del jazz brasiliano per le sue collborazioni con  Airto Moreira, Milton Nascimento e Banda Pau Brasil – mentre era in tour in Sud America. A Oslo, ha invece conosciuto Rob Waring, vibrafonista statunitense trasferitosi in Norvegia (recentemente ascoltato su ECM con Mats Eilertsen).

Da questi incontri nasce dunque questo entusiasmante progetto, che mette in evidenza l’inarrestabile vena compositiva di Surman e la sua freschezza interpretativa.

Negli anni, l’artista è riuscito ad inventare uno stile personalissimo, dove trovano ampi spazi le sperimentazioni, l’improvvisazione, il free ma anche il folk della sua terra, la musica antica e l’elettronica.

Tra i suoi album più famosi, ricordiamo “The Road to Saint Ives” e  “Saltash Bells”.

Biglietti disponibili Vivaticket e circuito collegato o prenotando via mail a stampa@euritmica.it

Info www.euritmica.it / +39 04321720214