TICKETS

FORMAZIONE

Paolo Botti viola, dobro, banjo, Stroh violino
Dimitri Grechi Espinoza sax alto
Tito Mangialajo Rantzer contrabbasso
Filippo Monico batteria

Paolo Botti, romano, è un virtuoso della viola, strumento poco frequentato dai musicisti  jazz. Dopo essersi messo in luce come uno dei più lucidi esponenti dell’avanguardia jazzistica del nostro paese, marca la sua appartenenza a tutta la storia della musica afroamericana, imprimendo alle sue pagine le suggestioni, tra gli altri, di Jelly Roll Morton e Fats Waller per arrivare ad Ornette Coleman ed Albert Ayler. Nell’originale e coraggioso viaggio di Slight Imperfection, Botti è accompagnato dal sassofonista livornese Dimitri Grechi Espinoza e dalla collaudata coppia ritmica milanese formata da Tito Mangialajo Rantzer e Filippo Monico. Che l’avanguardia, per rinnovarsi, non debba dimenticare le sue radici, soprattutto africane e blues, viene ribadito con il cd prodotto da Caligola Records, che porta il nome del progetto presentato a Udine.

Nel nuovo release del quartetto – live a Udin&Jazz – alla viola si affiancano anche il dobro (una particolare chitarra resofonica usata dagli anni Venti del Novecento, dotata di un grande amplificatore interno), il banjo e il Violino di Stroh (l’originalissimo violino-tromba che al posto della cassa di risonanza propone il cono metallico della tromba).

Evento concluso.

Evento concluso.