Paolo Botti 4et Slight Imperfection

03 luglio 2014 - h 18:30

Paolo Botti, romano, è un virtuoso della viola, strumento poco frequentato dai musicisti  jazz. Dopo essersi messo in luce come uno dei più lucidi esponenti dell’avanguardia jazzistica del nostro paese, marca la sua appartenenza a tutta la storia della musica afroamericana, imprimendo alle sue pagine le suggestioni, tra gli altri, di Jelly Roll Morton e Fats Waller per arrivare ad Ornette Coleman ed Albert Ayler. Nell’originale e coraggioso viaggio di Slight Imperfection, Botti è accompagnato dal sassofonista livornese Dimitri Grechi Espinoza e dalla collaudata coppia ritmica milanese formata da Tito Mangialajo Rantzer e Filippo Monico. Che l’avanguardia, per rinnovarsi, non debba dimenticare le sue radici, soprattutto africane e blues, viene ribadito con il cd prodotto da Caligola Records, che porta il nome del progetto presentato a Udine.

Nel nuovo release del quartetto – live a Udin&Jazz – alla viola si affiancano anche il dobro (una particolare chitarra resofonica usata dagli anni Venti del Novecento, dotata di un grande amplificatore interno), il banjo e il Violino di Stroh (l’originalissimo violino-tromba che al posto della cassa di risonanza propone il cono metallico della tromba).

FORMAZIONE

Paolo Botti viola, dobro, banjo, Stroh violino
Dimitri Grechi Espinoza sax alto
Tito Mangialajo Rantzer contrabbasso
Filippo Monico batteria

BIGLIETTI

Ingresso gratuito

VENUE

Corte di Palazzo Morpurgo
via Savorgnana 12
33100 Udine Ud

INFORMAZIONI

email info@euritmica.it
tel +39.0432.1744261